ItaliaM5SNord e Centro America

La fine delle regioni rosse

Le recenti elezioni amministrative, di cui domenica 24 giugno si è svolto il turno di ballottaggio, hanno fatto registrare la netta prevalenza del centrodestra a trazione leghista. Può non piacere, ma in questo momento Matteo Salvini ha il vento in poppa. Il M5s vince in poche realtà, a conferma della regola che a livello locale vede affermarsi chi ha maggiore radicamento territoriale. Ma il dato che colpisce di più è il tracollo del Pd, soprattutto nelle roccaforti storiche della ex sinistra. Città come Pisa, Massa e Siena sono passate al centrodestra. È la fine di un’egemonia politica durata sessant’anni. Un fatto positivo, per chi crede che l’alternanza al governo sia comunque un bene. Un segnale preoccupante, per chi pensa che l’Italia abbia in ogni caso bisogno di un centrosinistra competitivo. La sconfitta è bruciante per chi si riconosce in quell’area culturale e politica, ma forse si rivelerà salutare, se servirà a creare a sinistra qualcosa di completamente nuovo. Il Pd è un progetto ormai arrivato al capolinea.

Un abbraccio da New York

Fiorenzo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *