Uncategorized

Il Canada legalizza la marijuana. E L’Italia? 

Prendiamo esempio dal Canada: legalizziamo anche in Italia le “droghe leggere”! Per sottrarre il mercato alle organizzazioni criminali, per recuperare risorse alle casse dello Stato, per dare regole a un consumo che in ogni caso esiste e non è certo più nocivo di sostanze legali come i superalcolici. Proibire e punire in certi casi serve a poco: per evitare che i nostri ragazzi cadano vittime delle droghe è necessario lavorare su informazione, educazione e formazione.

Ecco i dati essenziali della notizia.

Vendita e consumo a scopo ricreativo di marijuana sono diventati legali in Canada: il paese è il secondo al mondo, dopo l’Uruguay, a legalizzare pienamente la cannabis. La legge era stata approvata lo scorso 20 giugno dal parlamento canadese e da martedì 17 ottobre è entrata ufficialmente in vigore. In Canada la marijuana era proibita dal 1923, anche se dal 2001 era possibile utilizzarla per finalità terapeutiche. Le aspettative parlano di un possibile giro di affari in Canada di 8 miliardi di dollari all’anno, circa 7 miliardi di euro, grazie agli effetti della legalizzazione.

La legge si ispira alla normativa in vigore in diversi Stati Usa e in Uruguay. Il testo sancisce il diritto dei cittadini maggiorenni di comprare fino a 30 grammi di sostanze psicotrope e la facoltà di coltivare in casa propria fino a quattro piante di marijuana (massimo un metro di altezza). Ogni provincia canadese potrà adottare norme più o meno restrittive sulle vendite. In Alberta, la marijuana si potrà acquistare in circa 200 negozi che hanno ricevuto la licenza, mentre in Ontario la vendita sarà gestita direttamente dallo Stato, che aprirà 40 negozi, in Quebec invece si iniziera con 20 punti vendita di cui 4 a Montreal dove e` gia` in progettazione  un online outlet. Resta il divieto di vendita tra privati ma si potrà condividerla gratuitamente con chiunque. Si potrà fumare in casa propria ma non in macchina.

 

https://tg24.sky.it/mondo/2018/10/17/cannabis-legalizzazione-canada.html

Un abbraccio da New York

Fiorenzo

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *