ItaliaM5SNord e Centro America

Auguri a Nicola Zingaretti

Un anno dopo la sconfitta del 4 marzo, il Pd ha un nuovo segretario: Nicola Zingaretti. Gli auguro volentieri buon lavoro. Penso infatti che la presenza di una vera opposizione faccia bene al paese e anche al governo. Non è mai troppo tardi. Auguro a quel partito, che pure ho contestato duramente negli ultimi quindici anni e che ritengo responsabile del declino dell’Italia, di smettere di dividersi e parlarsi addosso, e iniziare a fare proposte concrete nell’interesse del popolo italiano, in particolare dei ceti deboli. Su provvedimenti come il salario minimo e altre misure di carattere sociale è il caso di confrontarsi lealmente in parlamento e provare a dialogare in modo costruttivo. Per fare questo il Pd deve però liberarsi definitivamente di Matteo Renzi, che ha impedito ogni dialogo con il m5s.

Un abbraccio da Fiorenzo

A year after the defeat of March 4, the Democratic Party has a new secretary: Nicola Zingaretti. I wish him good luck. I think in fact that the presence of a real opposition is good for the country and also for the government. It’s never too late. I wish that party, which I have contested harshly over the past fifteen years and which I hold responsible for the decline of Italy, to stop dividing and talking to each other, and start making concrete proposals in the interest of the Italian people, especially the weaker classes. On measures such as minimum wages and other social measures, it is appropriate to deal fairly in parliament and try to dialogue constructively. To do this, the Democratic Party must finally get rid of Matteo Renzi, which has prevented any dialogue with the m5s.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *